PASSO MENDOLA - Atleti e famiglie, in migliaia per la Ciaspolada

05 Gennaio 2015


La 42ª edizione della Ciaspolada ha due vincitori: Alessandro Rambaldini, bresciano, e Laia Andreu Trias, catalana. Ma a giudicare dal sorriso dei 4.000 partecipanti alla gara, professionisti o amatori, è stata una festa per tutti. Il percorso, attraverso i Campi di Golf al Passo della Mendola, non è stato quello tradizionale, a causa della poca neve che ha costretto gli organizzatori a spostare in quota la partenza. Un tracciato di 3,6 chilometri per le due categorie di partecipanti: atleti e appassionati, tra cui giovani, meno giovani e famiglie. Alcuni con il cane al seguito o con i figli più piccoli in braccio o trainati su slittini, ma non sono mancate anche le maschere e i travestimenti. Numerosi anche i gruppi organizzati: dal Reparto Comando e Supporto Tattici “Tridentina” della caserma “Ottone Huber” di Bolzano ai 54 ragazzi africani e del Bangladesh ospitati presso all'Ostello Madonna della Neve di Castelfondo. Per loro un vero e proprio "battesimo" della neve. Da un punto di vista agonistico il tracciato breve era sicuramente più adatto agli specialisti della corsa in montagna rispetto ai mezzofondisti, di solito a loro agio sul percorso tradizionale ricavato fra Romeno e Fondo. Non a caso si sono imposti due scalatori, come l’atleta bresciano della Amorini, al primo centro in carriera dopo la medaglia di legno del 2014 con il tempo di 13’32”96, e come la runner catalana, già prima nel 2012, seconda nel 2014 e 2013, terza nel 2008, con il tempo di 16’41”82. Al secondo posto troviamo due mostri sacri della Ciaspolada, quali il bellunese Claudio Cassi (Atletica Vittorio Veneto), che è giunto al traguardo con 16 secondi di ritardo, e la regina uscente Isabella Morlini (Team Baldas). La reggiana, vincitrice nel 2013 e 2014, puntava al tris, ma il tracciato non era dei più adatti alle sue caratteristiche e ha accusato 8 secondi di ritardo. I due podi sono stati completati dal meranese Gerd Frick (Amorini), a 26 secondi, e dalla lucchese Annalaura Mugno, al primo podio in questa manifestazione dopo otto partecipazioni, a 41 secondi dalla Trias. Il primo vincitore della Ciaspolada nella categoria junior è invece Roberto Fregona (Astra Quero), 26° assoluto, che ha preceduto Gerardo Rubino (Amorini), 27° al traguardo, e Daniele Stenico (Gabogas). «Da novembre ho iniziato una preparazione specifica per la Ciaspolada - ha dichiarato Rambaldini. L'anno scorso ero arrivato quarto e questa volta volevo conquistare il podio di quella che, per me, è una manifestazione unica nel proprio genere. Il percorso di questa edizione era ideale per le mie caratteristiche, con salita e discesa. Penso che quella di oggi sia la mia più bella gara da quando ho iniziato a correre. Un ricordo che porterò con me per il resto della mia vita»

di Andrea Greco
05 Gennaio 2015

Località di cui si parla nell’articolo:

Passo Mendola - Ruffre'

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.