TRENTINO - Più interventi sulle piste da sci nelle località sorvegliate dalla forestale

15 Aprile 2016


La stagione sciistica si è ormai chiusa quasi ovunque in Trentino. È stata una stagione difficile, viste le scarse precipitazioni nella prima parte dell'inverno che ha ritardato l'apertura di molte piste. Le condizioni sono state invece ottime negli ultimi mesi. Ora è tempo di bilanci, anche per quel che riguarda il lato sicurezza e vigilanza delle piste. Il Corpo Forestale della Provincia autonoma di Trento CFT ha svolto attività di prevenzione e vigilanza in sei aree sciistiche (Brocon, Panarotta, Peio, Polsa-San Valentino, Colverde-San Martino e Bolbeno) con 23 forestali coinvolti. Complessivamente il CFT ha prestato servizio in piste per 558 giornate (contro le 642 della stagione scorsa) e sono stati chiamati ad intervenire su 77 casi di incidente (nella stagione 2014-2015 furono 71), dei quali 10 con l'ausilio dell'elisoccorso. Il maggior numero di questo tipo di interventi si è registrato a Peio (31 di cui 5 con elisoccorso), mentre 17 sono gli interventi per incidenti a Polsa-San Valentino, 10 al Brocon, 9 in Panarotta, 6 a Colverde-San Martino, 4 a Bolbeno. Alla Polsa, c'è stato anche un caso di illecito amministrtativo in violazione alla Legge provinciale 7/87 per comportamento scorretto. Nessun illecito invece di natura penale.

di Andrea Greco
15 Aprile 2016

Località di cui si parla nell’articolo:

Polsa - San ValentinoLagorai - Passo BroconPejoPanarotta

Articoli promozionali

Alpe Cimbra paradiso dell'outdoor

L’Alpe Cimbra di Folgaria Lavarone e Lusérn in Trentino si trasformano da mag... CONTINUA
Un pezzo di paradiso allo Sport Hotel Panorama

Alle porte delle Dolomiti di Brenta, sull’altopiano della Paganella, un luogo ... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.