La leggenda del ragazzino campione, il libro su Leonardo David

23 Marzo 2021

© Fotografia - Archivio Tullio Gabrielli - Leonardo David


Leonardo David, La leggenda del ragazzino campione. Il libro di Riccardo Crovetti edito da Mursia

Sono ormai molti anni che seguo con ammirazione il lavoro di un vecchio amico che ha, sciisticamente parlando, origini nobilissime, per non dire regali. Riccardo Crovetti è infatti il pronipote, da parte di madre, di Zeno Colò. Mi fa dunque molto piacere scrivere queste righe, per di più in anteprima, in quanto il volume non è ancora pubblicato, ma lo sarà a breve.

Va detto che l’autore nel 2016 ha ricevuto il Premio Letterario Nazionale “Alpini sempre” per il suo libro “Sulle tracce dell’angelo bianco”, che narra la storia di Paolo e Zeno Colò (acquistalo qui) e del primo reparto sportivo della Scuola di Aosta antesignano dell’attuale Centro Sportivo Esercito.

La passione di Riccardo per i grandi campioni del passato dello sci e per le loro affascinanti storie, lo ha portato questa volta a scrivere l’appassionante libro, “Leonardo David La leggenda del ragazzino campione”, sulla storia e sulla vita di un campione valdostano leggendario. Quel David che giovanissimo, sin dai suoi esordi nel Circo bianco, aveva ottenuto risultati tali da poter essere considerato da tutti colui che avrebbe dato filo da torcere all’indiscusso re dell’epoca, Ingemar Stenmark. Purtroppo, come ben sapete, andò diversamente.

Tutto nacque nel 2016, quando l’autore lanciò l’idea al padre di Leo (recentemente scomparso), che rispose subito entusiasta fornendo tantissimo materiale riguardante il figlio. Il libro pubblicato da Mursia ha un costo di 16 euro e comprende undici capitoli divisi su circa 238 pagine mentre le 80 fotografie, rigorosamente in bianco e nero, saranno pubblicate in due inserti su carta patinata. Una bellissima selezione fotografica per lo più inedita, a cui hanno partecipato con entusiasmo amici, compagni e allenatori ma che in buona parte proviene dall’archivio della famiglia David, che in tutti questi anni ha custodito con amore anche una vasta raccolta di articoli dedicati al figlio.

Leonardo David

La copertina, che ritrae Leo in due primi piani sapientemente affiancati è un’idea dell’autore e del noto fotografo newyorkese Lawrence (Larry) Beck caro amico di Leo. Riccardo ripercorre la vita di Leo dai primi passi sugli sci nel suo paese natale di Gressoney, ispirato e guidato dal padre Davide ex campione di sci, passando per gli esordi nelle gare regionali tra le file dello Sci Club Gressoney Monte Rosa e il Comitato valdostano. Nel racconto vengono evidenziati i rapporti di Leo con i suoi allenatori, che si sono susseguiti nella “scalata” all’olimpo dello sci, fino all’approdo nella massima squadra grazie al sodalizio con Chicco Cotelli suo vero mentore.

Una ricerca profonda e certosina, ma mai invasiva, con cui Riccardo Crovetti disegna anche i rapporti che Leo aveva con i suoi amici e compagni di squadra, fra cui Wanda Bieler, Ninna Quario (la mamma di una “certa” Federica Brignone), Walter Stevenin e Piera Macchi. Gustavo Thoeni, Piero Gros e Peter Mally in seguito. Tutti nomi che hanno rappresentato la storia dello sci dell’epoca e che ancora oggi vengono considerati punti di riferimento. L’esordio in Coppa del Mondo, il trionfo in Coppa Europa, l’approdo nella squadra nazionale maggiore dove ottiene risultati sorprendenti fino al punto più alto, rappresentato dall’iconico slalom di Oslo, in cui Leo ebbe l’ardire di battere i grandi campioni dell’epoca: Stenmark e Mahre.

La tragica trasferta olimpica di Lake Placid per la quale le aspettative erano grandi, poi il dramma vissuto dalla famiglia che l’autore tratta con delicatezza e pudore. Nel racconto ci accompagnano emozionandoci le aspirazioni e i pensieri espressi da Leo che ne esaltano la figura di campione leader, qualità che emergono anche nei ricordi di amici e parenti, di allenatori e compagni di squadra. Un personaggio straordinario e la sua storia, che Riccardo Crovetti racconta, come suo solito, in modo avvincente e coinvolgente, dando la sensazione al lettore di “respirare” le emozioni e le atmosfere dell’epoca.

Ad aprire il libro non potevano mancare le prefazioni di Ninna Quario e Massimo Di Marco, mentre l’epilogo è curato da Carlo Gobbo, tutti personaggi “di peso” nel mondo dello sci, a testimonianza di quanto questo lavoro sia importante ed apprezzato.

Il libro è già disponibile nelle librerie e nei bookstore online oppure contattando l’autore all’indirizzo email: riccardocrovetti@gmail.com . Fra le altre, sono previste anche due presentazioni a Gressoney-Saint-Jean (9 agosto ore 21:00), a Valtournenche (10 agosto ore 21:00) e ad (Aosta 11 agosto ore 15:00). Per ulteriori notizie, curiosità e foto inedite potrete consultare la pagina Facebook “Leonardo David La leggenda del ragazzino campione” curata anch’essa dall’autore.

(di Riccardo Castellaro)

di Redazione DoveSciare.it
23 Marzo 2021

Località di cui si parla nell’articolo:

Gressoney-La-Trinite'Gressoney Saint Jean

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.