Fiemme-Obereggen, sci giorno e notte


Chalet di vetro e legno, terrazze assolate. Piste che sfiorano scenari rocciosi firmati Unesco. E che possono accendere silenzi stellari.

Pinnacoli, guglie, torri. La tua visiera riflette le forme verticali delle Dolomiti del Trentino. Stai sciando in Val di Fiemme. Ad accompagnarti in vetta cabinovie trasparenti, silenziose, seggiovie riscaldate, gesti di design e opere d’arte. C’è anche un impianto telemix, dove seggiole e cabine viaggiano sulla stessa fune. Questo gioiello tecnologico solleva sciatori, appassionati di slittino e chi desidera pranzare in rifugio con te anche se non scia. A Bellamonte voli in cabinovia sfiorando gli abeti, al confine con il Parco naturale di Paneveggio Pale di San Martino. Sull’Alpe Cermis ti tuffi nell’Olimpia, una delle piste più lunghe dell’arco alpino. Nello Ski Center Latemar attraversi l’incanto di RespirArt, il parco d’arte più alto del mondo. I 110 chilometri di piste del comprensorio Fiemme-Obereggen aprono già il 30 novembre. Qui ogni giorno ti aspetta un nuovo scenario. Preferisci sciare fra gli obelischi di roccia del Latemar, al cospetto delle solenni Pale di San Martino o accanto alle creste ipnotiche del Lagorai? Sotto il cielo stellato due piste illuminate accolgono le tue scie madreperla: l’Olimpia 3 dell’Alpe Cermis e la Obereggen dello Ski Center Latemar. Ogni anno un rifugio rinasce. Quest’anno ne sono sorti di nuovi. Il loro design strizza l’occhio alle linee più contemporanee, ma profuma di legno e si confonde con la natura.

BELLAMONTE-ALPE LUSIA, NUOVO RISTORANTE CHALET 44,

Un aperitivo con vista Pale di San Martino sull’immensa terrazza di legno. E poi il tepore di un caminetto acceso, con un piatto di carne alla griglia e un calice di vino fra i più rinomati. Attraverso una luminosa vetrata, il tuo sguardo scavalca le cime degli abeti e approda fra cime innevate. Sei a quota 2.000, nel nuovo ristorante Chalet 44 che apre proprio i primi di dicembre.

ALPE CERMIS, CHALET CON PISTA DEDICATA

Che sorpresa gustare pesce circondati dalla neve. Durante le feste natalizie, debutta a quota 2.170 il nuovo Chalet dell’Alpe Cermis, con il suo comignolo bianco. Disegnano la facciata listelli di legno e trapezi di vetro. Questo chalet sorge in uno dei più esaltanti punti panoramici delle Dolomiti orientali. In menù piatti “italian style”, sapori trentini e prodotti della Val di Fiemme. La nuova pista rossa “Busabella” parte proprio dal ristorante.

SKI CENTER LATEMAR, ARTE, DESIGN E SLITTINO

Gli sci accompagnano fra le otto zampe di un cavallo mitologico o nel nodo di una strega. Sono solo due delle nuove opere che costellano la pista Agnello di Pampeago, immersa nel parco RespirArt. Intanto, il Rifugio Zischgalm dello Ski Center Latemar si veste di un nuovo design arioso e luminoso, dove sono gli alberi a definire gli ambienti. Le linee contemporanee e il profumo di legno delle Dolomiti disegnano il rinnovo dello Zischgalm. Si aprono nuovi spazi. Oltre alla terrazza panoramica, all’ampia sala self-service, alla pizzeria interna e allo spazioso bar, c’è una stube accogliente di legno di cirmolo che propone piatti della tradizione altoatesina. Poco più in là, c’è una novità per i bimbi: la nuova pista da slittino di 400 m. del Bip Club di Pampeago. Lo Chalet Caserina di Pampeago ha rinnovato gli arredi strizzando l’occhio allo stile rustico, fra piacevoli gesti di charme contemporaneo. Sulla terrazza dello chalet, con vista dolomitica sul Latemar, invitano a piacevoli momenti di relax sdraio di legno impellicciate, morbidi pouf in tessuto e avvolgenti poltrone a sacco. Per una cena sotto le stelle, lo Chalet Caserina si raggiunge con il gatto delle nevi o la motoslitta. Chi vuole tornare a piedi noterà che è la neve a illuminare ogni passo.

INFO: AptT Val di Fiemme, tel. 0462 241111, info@visitfiemme.it

Vai al sito